Archivi categoria: D.R. F@ctors

Cos’è la Destination Reputation

Le moDestination Reputation Grafico Cattura 6 blutivazioni del forte impatto del web sul turismo vanno ricercate nella condivisione online delle esperienze di viaggio dei turisti capaci di generare reti di passaparola digitale che risultano determinanti nella costruzione della reputazione di una destinazione.

Difatti, la destination reputation è la considerazione e la credibilità di un dato territorio costituita dall’insieme di tutte le informazioni generate da coloro che visitano la destinazione e condivise attraverso il web prima, dopo e durante l’esperienza di viaggio. Continua a leggere

Annunci

Il primo passo: Ascoltare la Rete

I Mercati sono Conversazioni” è questa la prima tesi del Cultrain Manifesto che ha gettato le basi per comprendere un’economia che cambia e si evolve insieme alla persone. Se da un lato troviamo infatti un mercato composto da consumatori sempre più attenti e responsabili, dall’altro l’avvento della rete come strumento di massa ha favorito l’incontro di questi abbattendo tutte quelle barriere legate alle distanze o alle differenze linguistiche. Una grande piazza insomma dove poter dire la propria, e se poi notiamo che una volta su cinque si parla di marche ed abitudini d’acquisto, possiamo facilmente dedurre come tutte queste informazioni diventano importanti per le aziende che non hanno più bisogno di organizzare lunghi e noiosi focus group o questionari per cercare di valutare il proprio operato, la rete fornisce tutto e non risparmia nessuno.

Continua a leggere

La netnografia per la web reputation

Netnografia è un termine coniato dal sociologo e marketer Robert Kozinets nel 2010, rappresenta un metodo di ricerca qualitativa finalizzata allo studio delle community on line.

Per poter spiegare però questa disciplina, dobbiamo fare un passo indietro e cercare di definire la Etnografia; questa infatti cerca di comprendere gli usi ed i costumi di una determinata comunità (riti, rituali, cerimonie, norme, valori, ecc.) attraverso un ascolto diretto dei vari attori. Continua a leggere

Un brand per Firenze

Il brand è alla base della Destination Reputation sia online che non: dal cuore stilizzato di New York, dall “I’Amsterdam” alle colonne di Berlino fino ad arrivare alla Sirenetta di Copehagen un tour dei brand delle città è capace di richiamare alla mente nell’immediato un’intera destinazione. Merito dell’aver dotato la propria città di un simbolo da diffondere in tutto il mondo. Su questa linea strategica sembra muoversi il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, che lancia attraverso il Comune della sua città un contest internazionale online sotto la supervisione di Zooppa in un’ottica di crowdsourcing e web 2.0. Il contest è aperto non solo a professionisti di arte, design o grafica di tutto il mondo, ma anche a chiunque voglia contribuire con la sua idea o creatività a dotare la città di Firenze di un brand di riconoscimento che non sia il solito Duomo o il Giglio. Il vincitore tra i trenta lavori scelti dal Comune, si aggiudicherà il premio di 15 mila euro offerto da Audi.

Distinzione, creatività, armonia e bellezza di Firenze, del suo passato, del territorio, la grazia e l’ingegno che la rendono moderna, unicità sono le parole chiave e <<dinamismo, produttività, eterogeneità, leggerezza, innovazione, contemporaneità, internazionalità>> i valori da trasmettere ai turisti, ai cittadini, ai lavoratori e tutti gli stakeholder che vi si riconoscono.

Per saperne di più, qui.

Firenze: foto di copertina tratta da Wikimedia Commons – autore:Sherseydc